Ricetta della mousse al vino bianco di Gavi

Questo è un dolce al cucchiaio un po’ insolito: segue la ricetta classica della mousse ma, incorporando il Gavi DOCG, un vino di corpo e decisamente secco, e il succo degli agrumi ed equilibrando così la grassezza della panna e il dolce dello zucchero, assume un caratteristico sapore, gradevolmente acidulo. Per questo, nonostante la consistenza cremosa, all’assaggio emerge una sensazione più fresca e asciutta di quanto risulti normalmente con questo tipo di dolce.

INGREDIENTI (per circa sei porzioni):
4 tuorli d’uovo, 200 millilitri di panna liquida fresca, 200 grammi di zucchero, 200 millilitri di Gavi DOCG, la scorza e il succo di ½ limone e ½ arancio (non trattati), 4 fogli di gelatina (colla di pesce).

Ingredienti per la Mousse al vino bianco di Gavi

PREPARAZIONE:
Mettete le bucce in infusione nel vino senza farlo scaldare, se desiderate che la mousse vino mantenga una nota alcolica distintiva (secondo noi ha più carattere ma nel caso ci siano anche dei bimbi, sarà meglio prevedere un dolcetto alternativo).
Frustate i tuorli d’uovo con lo zucchero sino ad ottenere un composto chiaro e spumoso, quindi aggiungete il vino e il succo degli agrumi filtrato e spostatevi sul fuoco.
Scaldate il composto a bagnomaria per circa 10-15 minuti continuando a mescolare energicamente per farlo montare.
Allontanate la crema dal calore e incorporate gentilmente la gelatina (preparata come di consueto: una decina di minuti in ammollo, poi una strizzatina e a sciogliersi in poca acqua per qualche minuto sul fuoco).
Mentre la crema si raffredda montate la panna che aggiungerete appena la crema accennerà a rapprendersi.
Una volta che il composto sarà perfettamente omogeneo potete vuotarlo nelle coppette o nei bicchieri in cui intendete servire la mousse. Lasciatela raffreddare in frigo per un paio d’ore prima di portarla in tavola.

PRESENTAZIONE:
A noi piace utilizzare i bicchieri da Martini che possono essere decorati inumidendo il bordo con un po’ d’acqua e cospargendolo di zucchero (un po’ come si fa con il sale per il bicchiere del Margarita). Se preferite sottolineare la nota dolce, potete inumidire anche l’interno del calice e realizzare una vera e propria “crosta” di zucchero. Invece, se volete esaltarne la freschezza, potete aggiungere qualche fogliolina di menta che donerà anche un po’ di colore.

Ricetta Mousse al Vino Bianco di Gavi

In abbinamento consigliamo di trasgredire la regola del “dolce sul dolce” e di restare sul Gavi ma nella versione Spumante Brut.

Ancora una nota. Noi abbiamo utilizzato il nostro Gavi DOCG ma potete utilizzare anche altri tipi di vino bianco purché dotato di un aroma intenso e di un buon corpo perché, come già detto, la mousse rivela un carattere più spiccato se si sente un po’ l’alcool 😉 .

 


Condividi questa pagina
condividi su facebook Condividi su Google+  condividi via  email

Altri articoli che potrebbero interessarti: