Torta alla crema di Nonna Ro

Anche questa prelibatezza di Nonna Ro è una ricetta tipicamente ligure, sebbene sia diffusa anche nelle regioni limitrofe. E’ una torta davvero golosa formata da due dischi di pasta frolla con, in mezzo, un ricco strato di crema aromatizzata al limone e guarnita con un’abbondante spolverata di zucchero a velo e, se lo gradite, con una manciata di pinoli.

Le quantità indicate sono per uno stampo del diametro di 24 centimetri. Per facilitare l’estrazione della torta dopo la cottura è consigliabile utilizzare un tegame a cerniera.

Preparazione della pasta frolla

La procedura per la preparazione della pasta è quella tradizionale ma le quantità degli ingredienti sono un po diversi. Mescolate in una ciotola 300 grammi di farina, 125 grammi di zucchero  e ½ bustina di lievito quindi unite 125 grammi di burro ancora freddo a pezzettini e lavorate velocemente l’impasto in modo da ottenere un composto grossolano, che tende a sbriciolarsi. Cercate di essere veloci e di ultimare il lavoro prima che il burro, scaldandosi, diventi troppo mollo e l’impasto cominci ad attaccarsi alle mani. Aggiungete un uovo e amalgamate il composto fino ad ottenere un impasto omogeneo e liscio.

Avvolgete la pasta nella pellicola trasparente e fatela raffreddare in frigo per un’oretta circa. Se avete fretta, potete schiacciare e allargare l’impasto, così si raffredderà più velocemente.

Preparazione della crema pasticcera

Mentre la pasta riposa, portate ad ebollizione 250 ml di latte con la buccia di un limone grattugiata ed intanto, in un contenitore sbattete con la frusta, a mano o elettrica, 2 tuorli d’uovo con 100 grammi di zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Poi aggiungete uno alla volta due cucchiai di farina. Poco per volta aggiungente il latte caldo quindi mettete di nuovo la crema sul fuoco molto basso e, sempre mescolando, fatela bollire per 5 minuti. Quando la togliete dal fuoco aggiungete 2 cucchiai di marsala e travasatela nuovamente in una terrina in modo che si raffreddi più velocemente. Ogni tanto giratela un po’ in modo che non si formi una pellicola asciutta sulla superficie.

Torta alla crema della nonna

Composizione e cottura

Estraete la pasta frolla dal frigo e utilizzate circa 2/3 dell’impasto totale per realizzare un disco con cui foderare il tegame facendo in modo che rivesta anche i bordi. Bucherellate la base con le punte di una forchetta e quindi versate nel tegame la crema. Con la pasta avanzata preparate un secondo disco della misura esatta del tegame e coprite la torta. Fate un piccolo bordo intorno e bucherellate anche la superficie superiore. Se desiderate aggiungere i pinoli, questo è il momento. Cuocete per circa 30 minuti nel forno preriscaldato a 180°.

L’indomani è ancora più buona e così vi consigliamo di prepararla il giorno prima di quando volete consumarla. Tuttavia non potete conservarla a lungo perché la crema potrebbe guastarsi: tenetela per 2-3 giorni a massimo in frigo, in un contenitore chiuso. Per servirla ricordate che deve essere tirata fuori dal frigo almeno un’ora prima di mangiarla (a temperatura ambiente è ancora più ghiotta 🙂 ) e di cospargerla di abbondante zucchero a velo.

Nonna Ro per ottimizzare i tempi ed essere sempre pronta per la visita repentina di qualche nipote vorace, prepara sempre la dose doppia e cuoce due torte. Dopo la cottura in forno, una volta raffreddata, surgela una torta. Basta qualche ora per scongelarla e dopo la torta recupera tutto il suo sapore e la sua consistenza.

Offrite insieme alla torta un bicchiere di Moscato fresco e, se siete in un contesto famililare, provate ad intingervi la torta, è da veri golosi!

Torta alla crema e moscato